Siam tutti maestri nel regno dell’approssimazione.

Ogni mattina faccio lo stesso sbaglio: digito username e password e vado a curiosare per una decina di minuti sui social network.

Ecco, per evitare il giramento di cabasisi dovrei evitare accuratamente questo passaggio.

Utente 1 posta foto, in calce alla foto il logo ad hoc “xxx photography”.

Utente 2 annuncia l’uscita del suo prossimo libro, auto-citandosi.

Utente 3 posta autoscatti che non devono sembrare tali, affamato di like e complimenti cui risponde con palese falsa modestia.

Utente 4 spara sentenze. Se avessimo tutti le risposte che ha lui, l’Italia sarebbe un paese perfettamente funzionante. Almeno sui social.

Mi girano tantissimo. Poi però mi fermo a pensare. Guardo distratta i miei disegnetti e immagino qualcuno dall’altro lato dello schermo, innervosito quanto me, pensare:

Utente 5 posta vignette di dubbio umorismo, nella vana speranza di far ridere.

Advertisements

6 thoughts on “Siam tutti maestri nel regno dell’approssimazione.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s