Shiny pippe!

SCIAIN AUARD

Insomma, stamattina ho scoperto di essere stata nominata in questo famoso (a quanto pare) giochetto del Shine On award. Inutile dire che inizialmente non ci ho capito una banana, poi però con grande gentilezza il nominante – Mr 21 – mi ha spiegato di che cosa si tratta. Beh che dire, innanzitutto grazie per il bel complimento – mica ciufoli essere nominati “per i disegnucci carucci” 🙂 considerando la mia scarsa autostima! Quindi grazie grazie e ancora grazie, you made my day!

Poi vabbeh, è un gioco – mi sono detta. Ma mica voglio partecipare. Comunque mi son messa a rimuginare, non sarei io altrimenti.

Caruccia l’iniziativa, non tanto perchè ci dona un’altra occasione per parlare di noi stessi, quanto piuttosto perchè attraverso questi link/rimandi/nominescion (vov)/chiamateli come volete ci imbattiamo (o almeno, io mi sono imbattuta stamane) in blog sconosciuti ed interessanti che altrimenti con ogni probabilità non avremmo mai letto. E sarebbe un peccato, perchè ce ne sono di blog belli lì fuori! Insomma, intendo blog che ti fanno pensare che il genere umano ha ancora bellezza da offrire, nonostante tutto. E anche se frequento troppo poco wordpress per partecipare al gioco, vorrei comunque citare un po’ di blog che mi fanno compagnia, giorno dopo giorno.

C’è rafeli, che seguo ormai dal lontano 2006 (!!!). C’è giuppylicious, con le sue avventure londinesi. C’è verbasequentur, che leggo da poco e che mi piace assai! C’è questo blog delicato e zuccheroso, che fa venire l’acquolina in bocca. C’è Andrea Bertaglio, che scrive di decrescita e mi aiuta ad indossare gli occhiali rosa al posto dei miei soliti occhiali neri. E poi ci sono tante recentissimissime scoperte, letture piacevoli in cui sono inciampata per caso (in qualche caso anche oggi stesso!), come La bloggastorie, i Diari alaskani, La stanza di Chloelajulz , miononnoincarriola, incorporella e tanti altri che adesso nemmeno mi vengono in mente, ma che allietano con i loro post le mie pause sul pc. Ultimissima scoperta, la salentina in cucina, che oggi mi ha fatto venire un appetito che non vi dico! Non so se si accorgeranno mai del fatto che li ho citati, ma mi faceva piacere nominarli.

Poi ci sono le domande. E le domande mi mettono un po’ in crisi, eh.

perchè

Per esempio “perchè hai iniziato questo blog”. Cioè, non è una domanda tanto semplice. L’ho iniziato perchè ne ho abbandonato un altro. E prima ancora avevo fatto la stessa cosa con un altro blog. E prima ancora, pure. I blog che hanno preceduto questo sono in linea ormai solo per la sottoscritta, e talvolta neanche per la sottoscritta perchè non ricordo la password e nemmeno la password della vecchia email, che mi servirebbe per recuperare la password del blog. Insomma, casino. Ma comunque, il punto è: perchè ho cominciato a scrivere qui? Non saprei. So che è la prima volta che non si tratta di un blog totalmente anonimo, ma come sempre è anche un luogo in cui lascio venire a galla la me meno impostata, quella che sono quando nessuno guarda. Scrivo e disegno perchè è terapeutico, diciamo così. Lo so, sono pippe (non per niente è il mio tag più ricorrente!). Scrivo anche per farmi leggere da chi passa, diciamoci la verità. Ma non è così fondamentale.

la cosa più importante

Noto che le domande assecondano in modo preoccupante la mia tendenza alle pippe mentali. Qual è la cosa più importante della mia vita?! Non lo so, gente. Mi viene in mente una frase che ho letto recentemente: se vivi giorni felici, hai vinto la partita. Ecco, forse questo è tutto quello che conta.

cibo cibo cibo

Poi si chiede del cibo. Ah, il cibo. Io amo mangiare di tutto, davvero di tutto. Ma se c’è una cosa che proprio mi fa impazzire, beh sì: sono i FAGIOLI. Segue la pizza, una pizza leggera: tonno e peperoni (e se sono proprio in vena, pure la cipolla). Il tutto innaffiato di birra bionda. Eeeh, la femminilità!

luoghi del cuore

Uh, che domanda sentimentale: il tuo luogo del cuore. Meh! Ci sono così tanti angoli in cui ho lasciato un pezzetto di cuore! A dover scegliere, scelgo UN bosco. Un bosco particolare, abbarbicato sui bordi ripidi di una montagna che conosco a memoria, ma che ogni volta riesce a lasciarmi senza fiato.

tra 10 anni

Tra dieci anni? La quinta domanda promette pippe a volontà e pessimismo cosmico. Lo so, sono pesante, ma tra dieci anni mi vedo sempre piena di dubbi in un mondo alla deriva. Siccome non è un bel pensiero tento di non soffermarmici troppo. Ma siccome con le mani in mano non so stare, ogni tanto scrivo anche altrove, nella speranza che il condividere le mie solitarie riflessioni possa smuovere qualcosa.

tre cose

Le tre cose senza le quali non esco mai di casa sono anche quelle che spesso mi dimentico alla prima uscita. Spesso di uscite ce ne sono due o tre, proprio a causa della mia sbadataggine. Diciamo che l’unica cosa che non dovrei mai lasciare a casa è la testa, ma spesso e volentieri dimentico anche quella.

citazione

Per chiudere in bellezza, ci viene chiesta una citazione. A parte che ultimamente con le citazioni ho qualche problemino, nel senso che raramente mi ci ritrovo, per questa occasione scelgo un pezzettino di Macbeth, giusto per rimanere positiva! (…)

In realtà è un pezzo che mi piace da matti. Lo giro e lo rigiro e penso che sì, alla fine veste perfettamente a tutti quanti, nessuno escluso.

Bene, adesso che ho dispensato al web le mie pippe quotidiane, salutovi con la certezza che non cambieranno la vita a nessuno, ma che intanto ho riempito un’altra pausa con la consolidata pratica dei disegnetti antistress. Neanche male.

Advertisements

16 thoughts on “Shiny pippe!

  1. Complimenti a te! 🙂 Ti ho nominata, sì.. Ho come l’impressione che si tratti di una di quelle catene di S.Antonio infinite, praticamente se uno ti nomina è come se ti avessero beccata giocando a “darsela”.. adesso tocca a te insomma! O anche no. 🙂 Però di bello c’è che oggi grazie ai link disseminati qui e lì ho scoperto tanti bei blog. Quindi il gioco così malvagio non è.

    Like

  2. Tralasciando che comincio a pensare che l’app di WordPress sia persino PIU’ inutile di quanto pensassi all’inizio (perché ero convinta di essermi iscritta al tuo blog esattamente.. nonricordoquandoperchéholamemoriadapescerosso, ma, comunque sia, molto prima di ora…).. Dov’ero?! Ah, già..
    “se vivi giorni felici, hai vinto la partita”
    E’ una frase bellissima. Penso non ci sia altro da aggiungere.

    Congrats per il premio e grazie mille per la citazione 🙂

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s