Finally woken.

Non è facile descrivere a parole le sensazioni degli ultimi giorni. Mi sento un po’ smarrita, un po’ su di giri, forse anche un po’ spaventata. Ma soprattutto sveglia.

Azzardo? Mi sento libera.

Solo adesso mi rendo davvero conto di quanto negli ultimi anni io sia stata ostaggio di fantasmi, di ricordi, di paure. Non che io me ne sia definitivamente liberata, ma adesso il mio strumento di tortura non c’è più, l’ho buttato a mare e l’ho guardato affondare. Lo vedo ancora, da quassù. Lo vedo rilucere sul fondale, colpito ogni tanto da un raggio di sole, scomposto sulla superficie ondulata dell’acqua. Ma io non lo posso raggiungere. Anzi, non è che non posso: non voglio.

Penso che ci vorrà un po’ ad abituarmi a questa strana sensazione, a recuperare appieno il senso del presente.. di ciò che è ora, qui.  Senza pensare inutilmente al passato, senza scrutare con apprensione il futuro. E soprattutto senza perdermi nella vita altrui, relegata a fiacca comparsa della mia stessa esistenza.

Advertisements

12 thoughts on “Finally woken.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s