Soffia.

szandri bora

La bora gioca, si infila birichina nelle fessure delle giacche, trai capelli scomposti e la sciarpa, accarezzando gelida il collo e la schiena. La bora è un brivido, è un tripudio di colori, la bora è un carnevale, una danza scostante e meravigliosa.

Danza anche il mare, con la bora, si riempie di onde bianche e schizza i passanti sulle rive di Trieste.  Mulinelli di acqua salata, vortici di foglie colorate, polvere negli occhi.

Le guance rosse e la felicità nel petto.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s