Blu.

C’è qualcosa di stupendo nelle sagome solitarie delle persone che guardano il mare.

Me ne sto seduta su degli scalini di pietra fredda, a pochi metri dall’acqua. Mi godo un inaspettato pomeriggio di libertà ed i raggi del sole di primavera. Di fronte a me si allarga il mare e tutt’intorno regna il silenzio, rotto solo dal chiacchiericcio lontano di due pescatori e dallo sciabordio delle onde.

In lontananza un cormorano vola basso, graffiando la superficie dell’acqua. Alla sua destra tre piccole vele bianche piroettano nel blu, sospese tra il luccichio scostante del sole e l’ombra lunga della lanterna.

Ogni tanto sento dei passi avvicinarsi, poi indugiare e fermarsi per un po’. Non mi volto nemmeno a guardare chi, come me, si spinge fino alla cima del molo per godersi in silenzio questa muta bellezza. Rimango qui con gli occhi socchiusi, il tepore sulle guance ed il blu intrappolato tra le ciglia.

Ordinaria meraviglia.

szandri mare

Advertisements

9 thoughts on “Blu.

  1. Pingback: Molto audace

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s