Dedica.

La luce del mattino inondava la stanza.

Ricordo la grande finestra, il pavimento in legno chiaro, la stufa, il soffitto alto e bianco. Ricordo che eravamo distesi vicini, supini, e che tu tenevi le braccia raccolte sotto la testa. Guardavi il soffitto, mentre io guardavo te.

Ricordo che mi facesti una domanda a cui io risposi senza esitazione. D’altra parte, era così evidente. Sarebbe stato inutile mentire, e poi perché avrei dovuto?

Con gli occhi incollati al soffitto mi dicesti una frase che non ho mai dimenticato, chissà perché. Solo dopo anni l’ho ritrovata in una canzone, e così ogni volta che la ascolto ripenso a te e a quella luminosa mattina d’autunno.

You are a china shop and I am a bull.
You are really good food and I am full.

Advertisements

7 thoughts on “Dedica.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s